domenica 11 giugno 2017

Nobili rampolli, nani, ballerine e il gran cerimoniere di Sua Santità

Quando diciamo che avere a che fare coi neocatecumenali genera anche momenti di grande ilarità non scherziamo affatto: pensi di aver visto tutto ma ecco che subito riescono a sorprenderti.

Il nostro amico Lino (che sempre ringraziamo) ci segnala che tale Massimo Guarino, nel suo profilo Facebook (pubblico), ha lanciato un repost di un vecchio articolo del nostro blog: "Il Cammino che ti uccide e ti devasta la famiglia". L'utente dev'essere un nostro lettore, poiché in molti suoi post spuntano diversi articoli tratti dall'Osservatorio, e a leggere i suoi commenti appare chiaro che Massimo non abbia molto in simpatia il Cammino Neocatecumenale (per usare un eufemismo... lo spiego, se no i neocat non la capiscono).

NOTA BENE: Ripetiamo, per i neokiki facinorosi, che il post in questione è pubblico, quindi chiunque può accedervi, e tutti i commenti al post sono altrettanto pubblici, quindi chiunque li può vedere. Dato che i commenti e il post sono pubblici, abbiamo tutto il diritto di commentarli, in quanto chi li ha scritti ha di fatto espresso una vera e propria opinione pubblica, rintracciabile persino dai motori di ricerca.

E dato che chiunque può accedervi, passano appena 12 ore dalla pubblicazione che una torma di neocatecumenale infoiati, senza nemmeno aver letto l'articolo, senza neppure aver dato una timida occhiata al blog, per il solo fatto di aver letto il titolo, si scatenano con la bava alla bocca, le emissioni gassose dalle orecchie e tanti punti esclamativi:
D.C.: A me invece l'ha salvata dallo sfascio. Come la mettiamo?
M.T. quante stronzate! a me ha salvato vita e matrimonio! detto questo, se uno crede in Dio e si dice e ritiene non cattolico non deve andare in chiesa nè cercare aiuto nella Chiesa, tanto meno in un cammino di fede che è uno strumento (santo) nelle mani della stessa CHIESA CATTOLICA...
R.S. Grazie al cammino ho visto la luce!!ero schifisa come uno scarafaggio...Gesù mi ha liberato dalla fossa della morte..
M.S. Il mio matrimonio è salvo grazie al cammino neocatecumenale, io e mio marito abbiamo conosciuto veramente Dio attraverso questo percorso di fede.
Ne faccio parte da 4 anni e sono pienamente felice, faccio tutto nella massima libertà e tutto quello che 
avete scritto sono solo bugie...... ma purtroppo quando c'è qualcosa di buono per la pace e l'unione delle famiglie... ecco che i "diavoletti" escono allo scoperto.
Nell'occasione invito tutti coloro che vogliono conoscere Dio, tutti quelli che pensano di essere nel peccato e che forse non si sentono degni dell'amore Divino....... Cercate le catechesi del cammino neocatecumenale, ascoltatele e scoprirete che il Signore vi Ama così come siete con tutti i vostri peccati
A.A. Il cammino È Famiglia... Mi dispiace dissentire,prima ero immersa nel peccato e a stretto contatto col diavolo,oggi metto di fronte i miei peccati​,li riconosco,e vado con felicità è gioia alle liturgie,che non sono per niente eretiche,ma quanto odio mettete nel criticare....Pace e bene
Chiaro no? Gli adulti nella fede, davanti a un semplicissimo titolo, invece di rispondere nel merito, vomitano insulti e ti sparano in faccia la loro "esperienza concreta" da lavaggio del cervello: "ero schifosa come uno scarafaggio! ero immersa nel peccato!". Insomma: "Il Cammino mi ha salvato! Chi sei tu per giudicare?" e se li contesti sei "un demonio". Carmen ha fatto buona scuola.

C'è poi quell'altra specie di neocat che si stupisce che questo blog sia "ancora vivo": ci spiace per lui, ma non potremmo stare meglio. Il vostro sommo guru sembra che si spenda con infaticabile zelo al fine di procurarci materiale per dimostrare l'assoluta, incontrovertibile natura eretica del Cammino Neocatecumenale! Grazie Kiko, grazie neocat!

Naturalmente i commenti dei neocatecumenali si riempiono di "like", piazzati dai neocatecumenali stessi, perché per loro la vita della Chiesa è come una partita a calcio, e loro sono come gli ultrà, quelli che ti urlano addosso se ti permetti di far notare che il loro idolo è caduto come una peracotta davanti alla porta vuota. A loro non interessa la verità, solo le proprie sensazioni, assurte a pietra di paragone.
M.T. se viene da Dio e dallo Spirito Santo è buono e dà frutti... se non viene da Dio e dallo Spirito Santo la Chiesa non lo avrebbe approvato e non darebbe affatto i frutti che dà (pastorale di evangelizzazione indispensabile ai giorni d'oggi, vocazioni, preti, monache, famiglie in missione, matrimoni e vite salvate)... tutto quello in mezzo (voci, notizie riportate, giudizi avventati o senza conoscere, fila liscio o fila storto... è per di più e viene dl demonio (Satana=separatore) che vuole dividere e distruggere la Chiesa... CIASCUN REGNO DIVISO IN SE STESSO CADE, NON REGGE... (non siamo così stolti da far del male all'unica vera CHIESA CATTOLICA opera di DIO).
L.B. Gli statuti del cammino neocatecumenale sono stati interamente approvati da S Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e buon ultimo Papa Francesco. Fate voi...
Ma ceeeerto! A chi importa che il cammino sia stato invece più volte corretto dai Papi stessi? 
  • Giovanni Paolo II li obbligò a dotarsi di uno statuto, che, per informazione dei neocatekiki NON E' UN PREMIO, ma una regola, una norma dovuta, che il furbo Kiko e la furbissima "santa" Carmen hanno accuratamente evitato per interi decenni, fino a essere costretti dal Papa;
  • Il Cardinal Arinze, per conto di Benedetto XVI, espresse parere negativo alla loro scandalosa - ed eretica - celebrazione eucaristica/convito fraterno, lo stesso Benedetto XVI bloccò la liturgia protestante-giudaica ribadendo le proprie decisioni, poi chiuse il loro seminario abusivo di Takamatsu e istituì una commissione ad hoc per condannarli - la famosa "Feria IV" - e non avrebbe approvato quello schifo di statuto se non fosse stato per l'amicone Rylko;
  • Francesco in due occasioni pubbliche su tre li ha rimproverati in malo modo e ha espresso più volte in via informale le proprie opinioni negative sull'atteggiamento dei neocat (i figli come i conigli, giusto per fare un esempio...)
Ovviamente non poteva mancare il fiume di supposti "frutti": niente da dire invece della devastazione delle anime, delle famiglie distrutte, dei divorzi, degli adulteri, degli abusi e violenze, delle false vocazioni finite in tragedia, delle depressioni, dei suicidi.... di questi nel cammino non si parla mai! Quelli sono i veri frutti del cammino, che schiaccia le persone, ed è tanto vero che gli stessi neocat lo ammettono:
L.B. Carissimo Massimo Guarino il cammino neocatecumenale è abbastanza serio da compiere e a non tutti è dato.... Ma ti garantisco che molti si sono salvati, io come cattolica non mi permetterei mai di parlare male di altri carismi presenti nella chiesa perché credo che l'importante esserci in chiesa.,ma dire che il cammino devasta le famiglie ti chiedo ma sei veramente cattolico???
Già, il cammino è per una élite di salvati, è "abbastanza serio" da compiere, non è una robetta per religiosi naturali, magari pure bambini, che a 9 anni sono diventati santi senza cammino! Come avranno mai fatto!? E se critichi il cammino non sei neppure cattolico...
L.B. D'altronde 2000anni fa anche cristo non è stato riconosciuto come figlio di Dio
La signora L.B. rincara poi la dose del ridicolo: il Cammino sarebbe equivalente di Cristo, il Cammino è "dio" che viene "rifiutato" dalla società.... ah beh... qui siamo già alla necessità di intervento spirituale urgente.

E ovviamente c'è un lungo elenco di indemoniati strepitanti: "Cavolate! Stronzate! come vi permettete! Non dovete diffondere! Tacete!" , e di gente che accusa di "falso": le testimonianze sono tutte vere quando a favore del cammino, se invece sono contro allora eccoli lì tutti a chiedere nome cognome e codice fiscale.... Se il Papa li approva è santo, se un Vescovo li bastona, allora "non fa magistero", è "un faraone". Tutto concorre al bene di coloro che amano Kiko!

Non mancano gli insulti: "analfabeti funzionali", "a voi piace il latinorum" e la chicca delle chicche: "siete fake", cioè i vostri profili sono falsi, detto però a... Lino Lista... ! ah ah ah ah! L'autore di questa gag esilarante, tale Gabriele, che ci accusa di essere "analfabeti", azzecca una paurosa figuraccia, non essendo stato nemmeno capace di fare una banalissima ricerca in rete, per verificare che Lino Lista esiste e soprattutto scrive...con grandi dolori di stomaco per i neocat:
G.B. Lino Lista come tutti gli account fake di Facebook hai la vedenza su ogni cosa! Sei troppo forte.
G.B. Come dicevo già prima...sappi che ho anche dei difetti!  (ma a differenza tua non sono un fake)
G.B. Lino Lista come nome fa molto da marca di carta riciclata però...trovarne un altro? Che titoloni i tuoi libri...hai proprio il dono della vedenza...carino vedere che hai venduto meno libri di "più veloce della velocità dell'amore"...che a differenza di Vangelo di giuda ha un autore più profondo.
Naturalmente Gabriele, una svolta sbugiardato, alza il tono, fa il galletto, insulta, strilla, come quelle persone in difficoltà per essere messe alle strette che ridono più forte per esorcizzare il nervoso, ma il cuore va al galoppo... ah... Gabriele, brucia di brutto aver fatto una figuraccia, eh?

Ciò che però ha - inevitabilmente - attirato la nostra attenzione è che fra i commentatori del post (visibile a questo link: clicca neocatekiko!) c'è nientepopòdimenoche un nobile rampollo del neocatecumenato: Pietro G.! . Ora, da uno di così nobile schiatta ci saremmo aspettati un certo livello di abilità oratoria, che diamine... e invece no, il Pietro G., pari pari ai suoi simili, non fa altro che ridicolizzare l'interlocutore:
P.G. Hahahaha c'è ancora qualcuno che legge sto blog ridicolo???
P.G. Ma anche sti gran cavoli (per non dire altro!!!!)
P.G. Stefano ma ci provi anche a dialogare razionalmente? Questi hanno le mutande al posto del cappello....
P.G. Hahaha signor paparella... Io non sto in cammino... e le scemenze che dite le potrebbe riconoscere chiunque... Proprio per il cognome che porto lo conosco e anche bene (il cammino neocatecumenale)... E proprio per questo posso dire che state dicendo un sacco di frescacce. La saluto
P.G. no... Si dialoga con chi ne è capace...
Eh già! senti chi parla!

Il Signor G., parente stretto di quell'altro Gennarini, Giuseppe (sì, proprio quello che ha definito lo scandalo pedofilia a Guam "una persecuzione", "un momento molto difficile", sì, proprio quello coinvolto nel pasticcio della Yona property multimilionaria sottratta ai fedeli cattolici... sì proprio il braccio destro di Kiko), ebbene costui dopo aver applicato le solite, noiosissime tattiche neocatecumenali: irridere, insultare, deviare il discorso, si lamenta - poverino! - di non trovare gente degna del suo patrizio cognome.

Quando però giunge il nostro Lino a indicare fatti e documenti - in particolare la mazzata dell'Arcivescovo Byrnes a Guam, replicata in questi giorni dall'Arcivescovo di Lancaster in Inghilterra - ecco il Gennarini che sparisce in una nuvoletta di fumo, come un bulletto del quartierino: arriva quello più grosso e lui se la dà a gambe....

E infine, ciliegina sulla torta, non potevamo non citare il Gran Cerimoniere. Quando i kikos non sanno più che dire allora se ne escono coi titoloni, per cercare di ammutolire l'interlocutore. E' il caso di tal Stefano:
S.P. Ognuno può avere la sua esperienza con il cammino...ma quando si parla di liturgia della chiesa cattolica e quando qualcuno afferma che questa non viene seguita dal cammino chiedo sempre di espormi in che modo questa si distacca dagli insegnamenti della chiesa...peccato che la maggior parte delle risposte che ricevo non trovano fondamento...e non parlo da membro del cammino ma come cerimoniere della chiesa. Credo che come in tutte le cose ci sia bisogno di confronto e non di accuse gratuite per sentito dire senza aver la possibilità di controbbattere
Fermi fermi! è arrivato il Maestro delle Celebrazioni di Sua Santità, il nuovo garante dell'ortodossia Liturgica! Ecco un altro laico clericalizzato, che dall'alto della sua qualifica si erge a giudice delle liturgie: lui non vede, lui non trova niente di strano... caro Stefano, e cari neocatecumenali tutti, voi "non trovate fondamento" - e non avevamo dubbi che aveste gli occhi ben chiusi e le orecchie sigillate - ma di sicuro l'hanno trovato Byrnes, Campbell, Luna Tobar, Alban Alexander, Foresti, Mizobe e altre decine e decine di altri Vescovi che in tutti i modi vi hanno combattuto, espulso, richiamato all'obbedienza, vietato catechesi e chiuso seminari.

Neocatecumenali, ma che altro deve fare la Chiesa per farvi capire che siete in grande errore?!

44 commenti:

Valentina Giusti ha detto...

Non so esattamente se ciò sia dovuto al tipo di formazione presso i propri seminari o ad altro, ma i presbiteri di origine neocatecumenale si sentono sempre investiti di questo ruolo appunto di "cerimonieri", non so se il termine, per i sacerdoti, è diverso; in particolare, nelle celebrazioni solenni, sono quelli che controllano che le posizioni dei presbiteri siano corrette, che i vari momenti liturgici si susseguono con fluidità, spesso hanno il turibolo in mano o reggono il lezionario al vescovo. Il tutto con un'espressione non solenne, direi quasi feroce.
In particolare, durante credo una cresima, il giovane diacono barbuto RMS ha più volte cercato di scalzare l'accolito diocesano nel reggere il Messale al Vescovo...l'altro però non si lasciava espropriare del proprio incarico...con risultati assai ridicoli, per me che li osservavo.
Insomma, sono attenti ai particolari, come questo cerimoniere citato da Beati pauperes Spiritu, e, nelle salette, sfuggono loro gravissimi abusi liturgici. Paiono affetti da una forma di schizofrenia.

Anonimo ha detto...

Un post tutto per voi, neocatecumeni convinti!
Spero leggiate stamattina, come fate spesso, siete voi i protagonisti, per un giorno.
Vorrei dire con convinzione: io ero una di voi, fedele camminante con tutti i crismi e carismi e pure la veste bianca.

A causa di comportamenti ambigui dei capi responsabili a vari livelli nel c.n. sempre più palesi, nel tempo, ho iniziato a farmi domande, a pormi interrogativi, a nutrire dubbi.
Non è stato il percorso di un giorno, una reazione estemporanea ad un fatto scandaloso o in contraddizione col cammino che facevo.
So anche io che l'eccezione conferma la regola!
Non è stato neanche il percorso di un anno.......molto molto più lungo.
Proprio non mi pareva possibile, anche non volevo accettarlo che fosse così.

Oggi sono contenta di questo perché, continuando a non voler credere ai miei stessi occhi - come suol dirsi - alla fine ho collezionato un tale archivio di notizie, ho consolidato le convinzioni che Andavo maturando, ho acquisito le chiavi di lettura che solo chi vive in una esperienza può acquisire e oggi, alla luce di tutto questo ho ben chiaro che alcuni disastri che il Cammino provoca nella vita delle persone, come le deviazioni che struttura in esse allontanandole irrimediabilmente dalla dottrina cattolica, sono non eccezioni, ma la regola, logica conseguenza di un "Sistema" che nulla ha a che vedere con un percorso cattolico di riscoperta della Fede. Punto.

Cosa voglio dire?
Voglio dire che fareste bene a porvi qualche domanda, perché gente come noi, che era come voi, più coinvolta e convinta di voi, dice quello che dice? Racconta quel che racconta? Combatte e grida perché venga alla luce ciò che traffica nelle tenebre?

Perché io dico questo? Lo dico perché lo ho conosciuto in prima persona, costoro trafficano nelle tenebre, quello che dicono in pubblico, non è quello che dicono in privato, e quello che dicono in pubblico e in privato, non è quello che dicono quando si riuniscono tra di loro, parlo dei Cefali e dei 72 ( anche se questi ultimi contano molto meno, sono il vivaio scalpitante che aspetta di andare a rivestire un ruolo nel cerchio magico che gira intorno a Kiko, i suoi dodici apostoli, tra i quali c'è ancora un cerchietto più piccolo e potente, gli spagnoli lo sanno, e piangono). Un poco quello che dico mi fa anche sorridere, considerato che gli anni passano velocemente e non so come finirà questo Circolo Pickwick, formato comunque di comuni mortali, pure di una certa età, oramai!

Una cosa vorrei dire al rampollo di nobile schiatta, Pietro Gennarini.
Come ogni nobile che si rispetti, anche se di un casato ormai in declino, difendi a spada tratta le tue nobili origini e la dignità della tua insigne famiglia.
Ma, caro Pietro, mi sorge spontanea una domanda: "Come mai tu non fai il Cammino? Difendi la tua origine e disdegni l'eredità dei tuoi padri! Molto strano questo, perché non c'è lo spieghi?"

Pax

Beati pauperes spiritu ha detto...

Pax come al solito centra il bersaglio. Come mai un Gennarini non frequenta il cammino?

Lino ha detto...

Il post in questione, nel quale sono intervenuto a seguito dell'invito di un amico meravigliato delle balordaggini che vi scrivevano, è stato un vero e proprio fenomeno mediatico sul Cammino. Centinaia di commenti, una quarantina di condivisioni anche in gruppi segreti, interventi di NC a iosa. By Tripudio ha riferito che la vecchia pagina dell'Osservatorio linkata da Guarino ha ottenuto decine di migliaia di visite in pochi giorni, immaginiamoci l'affollamento di neocat. Ed è stato un evento in grado di fornire una fotografia del mondo NC che frequenta la rete, della sua ignoranza delle questioni che riguardano il Cammino, dell'incapacità argomentativa degli adepti di Kiko abili a discutere soltanto per mantra e fallacie di ogni genere.
Leggete questo pasqualone qui che si chiama... Pasquale!
http://i.imgur.com/6GFV8R4.png
Chi fa le fotocopie negli uffici sarei io, l'esegesi azzardata è quella sul cieco nato secondo Kiko (gli avevano linkato la foto del mio libro e io avevo segnalato la lettura di BXVI da confrontare con l'immagine della catechesi di Kiko della Traditio!), lui si è "prestato" a intraprendere un dialogo fatto di fallacie e offese (a chi fa le fotocopie negli uffici in primo luogo, considerato che con la disoccupazione e sottoccupazione che ci sono in Italia questi potrebbero essere in possesso di lauree e competenze che lui ha visto con il binocolo).
Ah Pasqualone, te lo ridico dall'Osservatorio: tu sei in grado di prestarti a una sola contesa, quella con forchetta e coltello contro un maialino arrostito.

fab ha detto...

Per chi ne ha possibilità vi invito a leggere il capitolo 8 del libro "Ipotesi su Gesù" di V. Messori, attualissimo nonostante non sia recente

by Tripudio ha detto...

Il fratello cerimoniere non sa (piuttosto: finge di non sapere) che la "comunione seduti" (tanto per fare un esempio) è antiliturgica.

Ma allora che razza di cerimoniere è
È neocatecumenale, naturalmente!

Beati pauperes spiritu ha detto...

L'appartenenza al cammino distrugge il senso critico e l'obiettività. quando difendono il cammino, persone anche di una certa cultura diventano prive di cervello

by Tripudio ha detto...

Leggo che il perfido D.C.Quitugua, presbitero neocatecumenale che aspirava a diventare vescovo e successore di Apuron (e dalla lunga lista di complicità nelle porcate neocatecumenali), è stato riconfermato nel consiglio presbiterale diocesano e nel collegio diocesano dei consultori. Che ciò sia opera di Byrnes o del clero non fa differenza: significa infatti in entrambi i casi che i kikos (specialmente di cognome italiano) stanno facendo pressioni fortissime.

Beati pauperes spiritu ha detto...

A proposito di Guam, una delle perle della schiavitù neocat veniva proprio ds quella isola, dove una adepta pregava di essere "castigata" dal proprio catechista, Pius Sammut...

Notare come, a copia e incolla, tutte le testimonianze hanno un prima del cammino schifoso e diabolico e un dopo di felicità. Se non è questo lavaggio del cervello...

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Finito di ridere, passiamo a un breve commento.

Il Cammino è approvato perciò è santo, ha detto qualche zelante camminante.
Sì, se UBBIDISCE. Purtroppo DISUBBIDISCE.

Il Cerimoniere (sembra il titolo di un film horror) dice: in cosa il Cammino disubbidisce?
Per l'ennesima volta: lo Statuto (l'unica cosa approvata del Cammino) permette solo 2 concessioni liturgiche: 1) lo scambio della pace anticipato. 2) Prendere la Comunione al proprio posto in piedi.
Per tutto il resto, come ad esempio la consumazione dell'Ostia consacrata, valgono le norme valide per tutti e perciò la Comunione va fatta SUBITO.

E i mamotreti? Corretti da cima a fondo. Anzi rifatto praticamente ex novo, eppure il Cammino usa ancora quelli eretici.

E la confessione pubblica con pressioni psicologiche, assolutamente proibita dal Codice di Diritto Canonico?
E mi fermo.

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Dimenticavo: matrimoni salvati? Può essere. Ma questo avviene anche a chi entra in tante comunità protestanti. Di testimonianze di protestanti ce ne sono più ancora che nel Cammino.

Ma questo non toglie che il Cammino di matrimoni ne distrugge pure un bel numero.
E queste coppie di camminanti vivono da separati in casa? Senza dialogo, senza gesti di complicità, in perenne conflitto.

Non nego che ci sono anche delle belle coppie e delle belle famiglie, ma quello che mi da fastidio è parlare solo delle cose belle. Questo significa ingannare.

E perché non parlare di quando un coniuge si rifiuta di entrare in Cammino? Sono ormai abbastanza le testimonianze che dimostrano come il Cammino a volte le famiglie le distrugge

Anonimo ha detto...

scusate ma il "veramente ...Dio attraverso questo percorso di fede. non si puo' leggere
Ecco fratelli io...veramente.. questa signora dopo 4 anni ha già imparato la lingua catecumenale.

continua la signora che cammina da 4 anni (coraggio gliene rimangono ancora una 30ina):
"Ne faccio parte da 4 anni e sono pienamente felice, faccio tutto nella massima libertà e tutto quello che avete scritto sono solo bugie...... ma purtroppo quando c'è qualcosa di buono per la pace e l'unione delle famiglie... ecco che i "diavoletti" escono allo scoperto.

signora, abbia pazienza cammini un pochino di piu' fino a diventare figlia del diavolo e a rinunciare a tutto quello che ha (sia materialmente che negli affetti) per seguire il cammino e poi si potrà permettere di venire a dire che "chi scrive qui "racconta bugie"

A proposito ha versato il balzello sul c/c bancario intestato al responsabile che lo girera alla Fondazione famiglia di nazaret per la "nuova evangelizzazione"?
glielo hanno chiesto pocho tempo fa, per lettera autografa di Kiko.

Il numero del c/c è sempre quello basta indicare il suo nome e cognome perchè, nel caso non lo avesse fatto, i responsabili poi lo dicono ai catechisti e lei sarà retrocessa senza passare dal via.

Anonimo ha detto...

rifletto su:

"..Mi dispiace dissentire,prima ero immersa nel peccato e a stretto contatto col diavolo,oggi metto di fronte i miei peccati..."

ma se, secondo quello che scrive questa signora,
prima dell'entrata nel NC era a stretto contatto con il diavolo
(rabbrividisco)
ma non lo sa che verso la fine (?) del camminoNC diventerà figlia del diavolo?

beh allora, come penserebbero e direbbero anche i bambini: a che ti serve?

Beati pauperes spiritu ha detto...

Pur avendo scritto l'articolo, mi era sfuggito quel "ti garantisco che molti si sono salvati". Certo, attraverso un cammino abbastanza serio da compiere, come potrebbe essere diversamente?

Umberto D. ha detto...

Volevo rivolgere indirettamente una semplice domanda ai neo catecumenali che si affacciano sul sito.

Provare desiderio di dedicarsi a un approfondimento della fede è alla fine una necessità quasi "naturale" per il credente, ma, domado, perchè affidarsi così ciecamente a uno sconosciuto che propone nuove liturgie e nuove dottrine, invece di percorrere la strada dei terzi ordini o degli oblati che proseguono una tradizione millenaria. Li ognuno può scegliere il suo percorso in base alle proprie attitudini e alla propria sensibilità individuale, conoscendo fin dall'inizio la disciplina che comporta l'adesione al tipo di percorso che gli è apparso congeniale .

Così non si corrono rischi

Umberto D.


Ruben ha detto...

@ Pietro G.
P.G. Hahaha signor paparella... Io non sto in cammino... e le scemenze che dite le potrebbe riconoscere chiunque... Proprio per il cognome che porto lo conosco e anche bene (il cammino neocatecumenale)... E proprio per questo posso dire che state dicendo un sacco di frescacce. La saluto.
---
No, non è che non stai in Cammino carissimo P.G., ormai gli acronimi, anche in italia sono CHIARISSIMI, tu stai nel Cammino e ne sei un "membro coperto" ne' più, ne' meno, come succede nella massoneria, inoltre hai anche un cognome neocatecumenalissimo, ovvero come se un ebreo, si chiamasse Levi!...

Lino ha detto...

Una piccola "annotazione". Dal linguaggio dei neocatecumenali intervenuti, se ne individuano due che sono giunti o hanno completato la tappa della Traditio da poco. Mi riferisco a chi ha scritto "oggi metto di fronte i miei peccati" e alla signora che ha sostenuto di essere stata uno scarafaggio. Il gergo neocat è standard, ma si arricchisce - si fa per dire - di locuzioni tappa dopo tappa.

Simonetta ha detto...

Non ho trovato la pagina facebook, ma poco importa, mi basta quel che leggo qui.
Mi voglio tuttavia complimentare con la signora ex-scarafaggio.
Ha compiuto la metamorfosi di Kafka al comtrario! Brava!
Sempre però di un percorso kafkiano si tratta...

D.D. ha detto...

x Lino

Infatti! Circa ogni due o tre anni il neocatecumenale medio "esce" un pacchetto di espressioni che prima non gli sentivi mai utilizzare. E sono tutte indimenticabili: stanno al linguaggio come le kikone alla pittura!

Anonimo ha detto...

Complimenti all'ex scarafaggio. Da scarafaggio si é trasformata in farfalla. Peccato che centinaia di migliaia di farfalle nate libere sono diventate pulci con il cervello venduto ad un furbo (pittore?) che non ha mai lavorato e che vi sta facendo fessi.svegliatevi siete ancora in tempo! Grazie ancora a questo blog di eistere
Pier

by Tripudio ha detto...

Ecco perché i neocatecumenali detestano il cardinal Sarah: ha appena ricordato che Giovanni Paolo II «non si è mai seduto al cospetto del Ss. Sacramento».

Beati pauperes spiritu ha detto...

Le parole del Cardinal Sarah sono da leggere e rileggere, altro che "il cammino mi ha salvato".
Dio lo benedica e speriamo che il Papa lo ascolti e prenda decisioni serie in merito alla Liturgia....

Forse è per questo che dopo la "photo-op" del Cardinale alla convivenza nella Domus non se ne è più parlato...Come mai avrà detto "seduti" davanti al Santissimo Sacramento?

Caro Tripudio, il discorso di Sarah vale un bel post.

Beati pauperes spiritu ha detto...

Simonetta, la pagina è raggiungibile a questo link: Pagina deliri neocat

l'apostata ha detto...

al nobile rampollo

Buongiorno. Mi rivolgo a te speranzoso di scoprire uno dei tanti arcani del Cammino.

Gennarini "lui" che lavoro fa? Di che vive?

O meglio, appartiene alla scuola di San Paolo, quella di "chi non lavora neppure mangi"?

Oppure a quella dei suoi Maestri, il signor trettre (33) dottor (h.c.) scroccon Arguello e la Cara Estinta S. Carmen (leggasi Sora Carmen) per i quali chi "magna" neppure lavori?

L'ho chiesto in passato, ma nessun illuminato mi ha mai risposto.

Puoi farlo tu?


ai neocat duri e puri

Non vi capisco, ammaestratemi.

Sankiko ciarlatano ha affermato che voi kikatekisti, ipso facto, acquisite oltre al cacciadiavoli anche il discernimento e l'ispirazione permanente.

Eppure i vostri commenti alle critiche al cosiddetto Cammino, qui, in altri siti, su Facebook, sono sempre uguali: insulti, maledizioni, siamo approvati, il papa ci loda, da me non succede, non puoi capire.

Nel merito zero argomentazioni.

Vedi ad esempio la faccenda del sicomoro o il didietro ben fermo durante la Comunione.

Perché tacete?

a) non siamo degni in quanto Giuda, faraoni e lontani assortiti;

b) il vostro demonio muto fa gli straordinari;

c) Sankiko ciarlatano è un bugiardo, ispirazione permanente e discernimento infusi sono una menzogna e voi non avete argomenti causa lavaggio del cervello.

Provateci un po' ad argomentare qualcosa, magari cominciando a spiegarci perché il vostro didietro ben fermo sulla sedia durante l'Eucaristia sarebbe liturgico...

Cordialità.

by Tripudio ha detto...

Ora sicuramente Pasqualone penserà di avere identificato il sottoscritto ed invierà a Massimo la solita serqua di spiegoni kikiani, insulti volgari e minacce di azioni legali...

Simonetta ha detto...

Grazie beati pauperes spiritu.
Avevo trovato poi la pagina, grazie a google.
Ho letto un po' e se questo e' rendere ragione della fede che è in voi, c'è davvero da mettersi le mani nei capelli. Kiko non ha poi dei gran difensori.

Continuano a riecheggiarmi le parole "come uno scarafaggio". Come si fa a parlare così di sé, di una persona creata a immagine e somiglianza di Dio.
Come si fa a vedere la propria vita in questa prospettiva.
Che faceva? Scioglieva bambini nell'acido? Truffava gli anziani? Non credo proprio.
Vedersi come uno scarafaggio implica inoltre a vedere implicitamente gli altri fuori dalla setta come "scarafaggi". Scusate se sono dura e se questa immagine è davvero disturbante.

E' frutto di una fine operazione di rimozione della memoria, delle naturali difese della persona. Mi son fatta l'idea che il passaggio del sacco in cui vengono messi gli oggetti personali non sia solo per il loro valore monetario, ma principalmente per recidere i legami con la famiglia d'origine, con la propria storia personale.
Poi vengono tolti soldi guadagnati con il frutto dell'intelletto datoci da Dio (non importa se sia un lavoro umile o di prestigio).
Anche la "proibizione" di pregare con il Rosario serve ad abbassare le difese, questa volta sul piano spirituale.
Poi viene tolto del tutto l'intelletto.
Resta una vita in cui i problemi, tanti, trovano sopimento e anestesia in un'ubriacatura collettiva, in un ritmo di girotondo.
Togliere questo sopimento è come togliere la bottiglia a un alcoolizzato, la siringa a un eroinomane.
Ecco quindi i deliri. Provate a convincere un alcoolizzato a non bere e riferitemi i discorsi, c'è davvero di che sorridere.
Chiedo ancora scusa per la durezza del mio intervento, ma davvero non si può più tacere. Il rispetto per le persone per me è intatto, che siano "scarafaggi" o meno.

Per finire, ha ragione Lino. E' un problema di educazione. Educazione al rispetto di sé.

Pax ha detto...

@ Lino

@ Simonetta

Trovo interessante riportare qua la conclusione del commento di Roberta Salerno al precedente post (11 giugno 2017 01:45).....
______________________________________________

"Mi sono resa conto che ho scritto tanto, quando in realtà tutto ciò che ritengo importante dire .. lo ha già detto Lino (nell'intervento 10/06;09:20).
Mi sembra che sia sintetizzato tutto qui il cuore dell' "errore" neocatecumenale, che crea poi a valanga i numerosi altri errori e le conseguenze nefaste sulla vita che in tanti testimoniamo:

@Lino
"Nella sua predicazione il Signore Gesù si serve spesso dei segni della creazione per far conoscere i misteri del Regno di Dio, NON i peccati. "segni per credere" come crede il cieco nato di Gv9, non per farvi crogiolare nelle sporcizie degli scrutini.
E' un segno della creazione il fango, l'argilla nei manoscritti greci, con il peccato non ha niente a spartire. E infatti è un segno della creazione come la saliva e l'imposizione delle mani (dove non c'è fango), e Cristo guarisce come nei Sacramenti, dillo a Kiko che Cristo guarisce, corpi e spiriti, che non mostra i peccati."

Sì, il vero "cammino" che ci salva, nella totalità della nostra persona, è quello che Gesù ci propone a fare tramite i Sacramenti della Chiesa ..
.. e nella preghiera, io desidero tanto si realizzino anche le parole della Madonna
".. ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili .... ha rimandato i ricchi a mani vuote" ..
Quindi il CN, così com'è, ha già perso!
Ma che fatica .. dover sempre combattere con questi "colpi di coda" del serpente dalla testa schiacciata!
Grazie a tutti e buona Domenica!
Roberta"
___________________________________________________________

Grazie Lino, di cuore.
Grazie a te Simonetta, penso, come tu dici, che davvero non si può più tacere ed è bene chiamare le cose col loro nome, per quanto sia sempre più un compito ingrato!
__________________________________________________________

@ D.D. ha detto...(12 giugno 2017 00:38)

"Grazie Roberta per aver sollevato la questione della privacy.

Ammettendo che si tratti di persone reali e non di un collage di casi tipici a scopo illustrativo, ha disturbato molto anche me il fatto che nei mamotreti sia riportata pari pari la vivisezione delle loro vicende.......
..... conclude:

"Mi sono convinta che nel CNC soltanto gli arcani di Kiko ed i movimenti di quattrini abbiano diritto alla privacy. E cos'è mai per loro la privacy delle persone rispetto al conseguimento della Gloria Del Grande Architetto Dell'Universo?"

Mi associo a tutto, in pieno.

Pax

Anonimo ha detto...

Salve, mi scuserete se vado un poco OT, ma vorrei segnalare questo video https://www.youtube.com/watch?v=LrLy8i9XZ_o in cui al min. 4 circa si fa un'allusione sessuale volgare e peggio ancora al min. 9.52 circa Gesù viene paragonato ad un Magnum bianco, sotto al video dovreste trovare anche un mio commento.

Lo segnalo perché sono stanco di questo linguaggio volgare e irriverente su questa piattaforma tanto famosa e molto praticata da minori.

Vorrei anche creare un gruppo che si occupi di segnalare e contrastare tale linguaggio.
Mi appoggio all'osservatorio poiché spero di trovare consiglio e supporto e perdonatemi ancora se questa segnalazione non è inerente al post.

carmelogct

Anonimo ha detto...

Cmq pg è un dirigente di ac non è in cnc

Lino ha detto...

Simonetta ha detto: Vedersi come uno scarafaggio implica inoltre a vedere implicitamente gli altri fuori dalla setta come "scarafaggi"

E' la conseguenza vergognosa della questione del fango. Qualcuno - non qui - nel passato ha detto che io mi ero ammalato di una fissazione sulla mistificazione di Gv 9 attuata da Kiko, al punto da intitolare con il fango il mio saggio sul Cammino. Non aveva capito che in quella catechesi della sporcizia di cui il neocat viene lavato c'è anche la natura settaria e superba del CNC. Il tomo della Traditio uscito al segreto (sia l'originale sia il corretto, nella versione emendata dalla CdF nota a parte che cita il CCC non è che cambi molto) ce ne ha dato perfettamente conto.
E' chiaro che il neocat, sottoposto all'infangatura e al "lavaggio" degli scrutini, vedendo se stesso antecedentemente alla sua entrata in Cammino in forma di maiale, di scarafaggio e altre bestialità simili, vede in questo modo tutti coloro che non sono stati infangati secondo la pratica insegnata da Kiko. Se nel Cammino si fosse eliminata la devastazione di Gv 9 (il che avrebbe significato eliminare la kenosis secondo Kiko) dell'intero percorso a tappe sarebbe rimasto poco o niente.

Ruben ha detto...

Rif. P.G.

Se il viso è lo specchio dell' anima; questo l'anima ce l'ha già incazzata di suo!

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10154294692295846&set=pb.720835845.-2207520000.1497268832.&type=3&theater

https://yt3.ggpht.com/-62JqFHA-oXc/AAAAAAAAAAI/AAAAAAAAAAA/4-bs_shYNxg/s100-c-k-no-mo-rj-c0xffffff/photo.jpg
---

Ruben ha detto...

P.S. alle 14:09:

Notate l'onnipresente "barbetta kika".
---

Lino ha detto...

Certo che quel post, per gli interventi dei neocatecumenali, è una comica; altro che Pozzetto e Villaggio!
Una precisazione sul Gran Cerimoniere. Il suo intervento è stato questo:
https://www.facebook.com/massimo.guarino.3958/posts/556921468030397?comment_id=557435274645683&comment_tracking=%7B%22tn%22%3A%22R9%22%7D

Gli ho risposto così:
https://www.facebook.com/massimo.guarino.3958/posts/556921468030397?comment_id=557442297978314&comment_tracking=%7B%22tn%22%3A%22R%22%7D

Poi, temendo che non avesse replicato perché non conosceva l'inglese, anchegli ho dato la traduzione dei punti salienti della lettera pastorale dell'arc. Byrnes.
Anche il Gran Cerimoniere si è dileguato, come il famoso don (quello che spamma dal Giappone) e un rampollo della nobile schiatta dei Voltaggio già fecero in una discussione con me.
Ai neocatecumenali di rango un po' più elevato bisogna riconoscere una qualità magica. Quando non sono banali pasqualoni, quando hanno un minimo di dignità da difendere, non si producono in improperi e fallacie contro la persona e, anziché dare risposte insensate, preferiscono ricorrere alla magia: scompaiono.

D.D. ha detto...

scusate vado anche io forse un po'in OT

le kikone sono già da sole una sconcezza e una bestemmia, ma qui sono addirittura scolpite in bassorilievo nei cocomeri e disposte sul tavolo di un buffet, come ad Halloween le zucche:

https://www.facebook.com/borsiknet/posts/10155347792349286

preso dalla pagina FB della Domus Galileae:

https://www.facebook.com/pages/Domus-Galilaeae/127024627340701?rf=123351461053066

L'autoritratto dell'Arguello ha trovato il suo vero posto tra le cucurbitacee.

Beati pauperes spiritu ha detto...

C'è anche, nel fiume di commenti, uno che sostiene che "lo Spirito Santo segue il cammino". Capito no? E' lo Spirito Santo che "segue" mica il cammino! Lo Spirito Santo si adegua al cammino, infatti è il cammino che conferisce i Sette Doni! Non per nulla se vai contro il cammino stai bestemmiando...
Lo Spirito Santo segue il cammino!

Segue!
Lo Spirito Santo!
Questa è una malattia mentale e spirituale.

Il Cammino tramite (quel povero) cristo (di Kiko) e lo spirito santo (di vino) salveranno il mondo e le famiglie (degli itineranti a scrocco).

Simonetta ha detto...

Grandioso D.D.!
L'Apokolokyntosis (zucchificazione di senechiana memoria) del guru!
Seriamente, a che cosa arriva il fanatismo. A vedere le kikone nelle zucche (facendo un clamoroso autogoal).
Però lo scultore o scultrice è davvero bravo/a, gli/le va riconosciuto, riesce a migliorare gli originali avendo a disposizione una superficie curva.

by Tripudio ha detto...

Questa del cocomero kikiano è veramente da sbellicarsi dalle risate.

Però immagino un neocatecumenale che tutto compunto si pone in fervida preghiera al cocomero di Kiko.

Magari si inginocchia pure: in ginocchio davanti al cocomero ufficialmente kikizzato nella Domus ufficiale di Kiko. Questa sì che è fede adulta, ragazzi! Non bastavano le banane sul tavolinetto sacro smontabile, ci volevano i cocomeri!

Lino ha detto...

Fermi tutti! Qui voi ci state ridendo su, ma la questione è molto seria.
Qui c'è un problema di durata del Cammino. Bisogna allungarlo, altrimenti la gente dopo trenta e passa anni non sa più come lordarsi la faccia!
Aggiungere "la Tappa del Cocomero" mi pare una genialata! In essa, terminato il fango, potrebbero sbattersi in faccia i cocomeri con il profilo di Kiko (disegnato con il fango restante, naturalmente). E i catechisti potrebbero andare in missione nelle case degli ex che hanno finito il Cammino, a due a due, ciascuno portando un cocomero.
Ho già provveduto a scrivere la bozza del relativo mamotreto e a segretarla in SIAE :-)

Simonetta ha detto...

Si' Lino, il ritorno del Grande Cocomero...

Dopo scarafaggi kafkiani e zucche senechiane restiamo in attesa della prossima metamorfosi.
Speriamo sia la dissalatura miracolosa del baccala'.

Ruben ha detto...

O.T.

"A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca".

Intanto mi tolgo un "sassolino dalla scarpa", anche riscontrando l'eccessivo intasamento di giornalisti ed addetti del Cammino Neocatecumenale a Radio Vaticana:
vorrei sapere che fine hanno fatto i 430 ettari con prerogativa di extraterritorialità della Santa Sede di Santa Maria di Galeria(agro romano del Comune di Roma), sede della "piantagione" di antenne dal 1957 al 2012, dell'emittente stessa?

A chi appartengono attualmente?

Probabilmente la risposta potrebbe arrivare tra qualche minuto, anni o decenni, non importa.

Fine, questa volta, del molto ma molto O.T.
---

by Tripudio ha detto...

Segnalazione libro: Spiritualità contro psicoterapia.

Varrebbe la pena di segnalarlo a quei kikos che fanno tutto un cortocircuito (se sei depresso, "prega che ti passa"), confondendo il piano naturale con quello spirituale (in modo da non dover accendere il cervello e riflettere), e chiamando "demonio" anche ciò che non è di origine preternaturale. E qualificando il Signore come un cattivone vendicativo che "ti manda le disgrazie".

Del resto, quando la psicologia non esisteva, certi mali si curavano con la frequenza al confessionale (e l'esorcismo non era un fenomeno da baraccone).

Beati pauperes spiritu ha detto...

A vedere quello scempio mi vengono solo una marea di parolacce e già sto nervoso si mio. Kiko! Kiko! Ecco dove c...o porta il tuo cammino!! Ad adorarti sulla buccia di un c...o di cocomero!

Anonimo ha detto...

come che deve fare la Chiesa per fargli capire che sono in torto? Deve scomunicarli no? Neanche tutti capirebbero, direbbero che è la Chiesa che sbaglia ma "se il tuo occhio ti è do scandalo cavalo e gettalo via da te! è meglio entrare nel regno dei cieli con un occhio solo che all'inferno con entrambi...."

Anonimo ha detto...

come che deve fare la Chiesa per fargli capire che sono in torto? Deve scomunicarli no? Neanche tutti capirebbero, direbbero che è la Chiesa che sbaglia ma "se il tuo occhio ti è do scandalo cavalo e gettalo via da te! è meglio entrare nel regno dei cieli con un occhio solo che all'inferno con entrambi...."